Padova al secondo posto ai CIU Under 14!


Ieri ai campi del Cus Padova si è svolta la prima edizione dei Campionati Italiani Ultimate per la categoria Under 14 (lo scorso anno erano under 15, ma sono stati cambiati per adeguarsi alle direttive WFDF, ndr.) organizzati dalla FIFD.
Sono 8 le squadre che si sono sfidate per aggiudicarsi il titolo, e sebbene il primo posto possa sembrare un po’scontato, la classifica finale è una gran bella sorpresa, con i BarbaPuffi che chiudono al secondo posto dopo un torneo degno di nota.

La squadra di Padova è stata creata appositamente per questo evento, scegliendo i migliori ragazzi dai vari gruppi sportivi della città.
Con un solo allenamento assieme sulle spalle, nessuno si aspettava un risultato del genere, ma a chi è che non piacciono le “Cinderella Stories” nello sport?

I nostri ragazzi partono alla grande già dalle partite di girone: vittoria 13-1 contro le Tequila Boom Baby (LSDF Rimini), vittoria 10-2 contro i Donkey Divers (Ultimate Milano) e vittoria 10-5 contro i CUSB Bassotti (CUS Bologna).
Queste partite, vinte agilmente grazie ai consigli dell’allenatore Francesco Martini, riescono a infondere fiducia e spirito di gruppo nella squadra, cosa che sarà fondamentale nella semifinale.

La partita contro i 360 Ultimate Team (Milano) è sicuramente più ostica rispetto alle precedenti: sebbene i ragazzi padovani sembrino avere la meglio, la squadra milanese non molla e alla fine del tempo il risultato è 5-5: chi segna vince.
La squadra alza la testa, fa un bel respiro e come nelle altre partite fa quello che viene meglio: sparare in meta e affidarsi alle torri. Queste non deludono e si prendendo la finale.

Gli avversari in finale sono i Cota Ring (LSDF Rimini), la squadra più forte, la favorita, quella da battere. Ma i BarbaPuffi non hanno paura e scendono in campo con tanta grinta. Purtroppo però il gap, sia fisico che tecnico, si fa vedere e sono costretti a concedere la finale: 9-3 per i Cota Ring.

I BarbaPuffi con il premio in mano durante le premiazioni

Facciamo i complimenti alla squadra e all’allenatore, che è stato in grado di trovare un gioco vincente con un solo allenamento tutti assieme.
Sarà questa la futura squadra di Padova? Se questo è il biglietto da visita, speriamo proprio di sì.