Barbastreji si salvano e confermano la Serie A


Il weekend dell’8-9 giugno si sono tenute le finali dei campionati italiani nel comune di Pergine Valsugana, in provincia di Trento. Due giorni che hanno segnato la conclusione della stagione sportiva per la gran parte delle squadre italiane e il loro definitivo posizionamento nella classifica.

La Vecchia: Il talismano che ha portato fortuna alla squadra dei Barbastreji

L’unica squadra rappresentativa padovana è stata quella dei Barbastreji i quali, a causa del pessimo posizionamento nella classifica di campionato, hanno dovuto combattere nei play-out per la salvezza ed il posto in serie A.

 

La prima partita di sabato li ha visti contro una delle squadre emergenti dalla serie B: i Cota Viet di Rimini. Una squadra composta da un esercito di ragazzi fisicamente prestanti e agguerriti, ben decisi a non cadere dal tetto dell’Ultimate italiano. Il risultato della partita parla chiaro: 15-8 per i riminesi.

Nonostante tutto, alla squadra di Padova è concessa un’ultima chance: battere i rivali bolognesi dei Disco Bolo o retrocedere.

 

Anche in questa partita il risultato ha parlato chiaro: 15-3 per i padovani. La tenacia dimostrata dalle compagne Tane Malefiche ha avuto la sua buona influenza, i Barbastreji hanno manifestato di avere ancora qualcosa da dare alla serie maggiore e lo dimostreranno il prossimo anno.

 

Infine, domenica ha decretato la conclusione dei campionati italiani: sul podio la insormontabile CUSB Fotta White al primo posto, seguita dalla gemella CUSB Fotta Red ed infine dal Cotarica di Rimini che riesce a superare la terza squadra di punta bolognese, i Red Bulls.

 

Alberto Girotto, capitano e co-allenatore della squadra dichiara: “L’anno non si è concluso nel migliore dei modi, ma siamo ancora in serie A. Cominceremo da subito a lavorare per la prossima stagione e faremo in modo di non farci trovare impreparati. Ora la concentrazione andrà tutta ai campionati Mixed.”

Articolo di: Alberto Degan