Cosa è l’Ultimate


Spirito del gioco
La prima regola dell’Ultimate è lo “Spirito Del Gioco”. L’agonismo e la competizione sono parti fondamentali di questo sport, così come la voglia di vincere, ma mai a scapito dell’onestà in campo e del rispetto dell’avversario, delle regole e del piaceredi giocare.

I fondamentali
Due squadre, 7 contro 7, un campo rettangolare e due mete agli estremi: la squadra che attacca cerca di avanzare attraverso una serie continuata di passaggi, senza che il giocatore possa correre quando è in possesso del disco. È punto quando un giocatore dell’attacco riceve un passaggio al volo dentro l’area di meta avversaria.
Non è permesso il contatto fisico. L’attacco perde il possesso del disco quando un passaggio tra due compagni di squadra, per qualsiasi motivo, non va a buon fine. In tal caso cambiano i ruoli “attacco/difesa”.

Contatti fisici
Non sono ammessi contatti fisici. Ogni contatto fisico che ostacoli in qualche modo l’azione è considerato un fallo, sono ammessi solo lievi contatti fisici involontari (ad esempio durante una presa in salto).

Auto-arbitraggio
Nell’Ultimate l’arbitro non esiste. Ogni infrazione, fallo o disputa è segnalata e risolta dai giocatori stessi. Quando un fallo causa la perdita del possesso, il gioco ricomincia come se il possesso fosse stato mantenuto. Nel caso di una contestazione per la quale non è possibile raggiungere un accordo (ad esempio se il giocatore a cui viene chiamato il fallo non è d’accordo), il disco torna a chi ne aveva il possesso prima dell’evento che l’ha generata, ed il gioco riprende.